VIVA LA RESISTENZA PALESTINESE FINO ALLA VITTORIA! SOLIDARIETA’ AI PRIGIONIERI POLITICI PALESTINESI!

Pubblichiamo il volantino diffuso il 27/9/2014, a Roma, durante la manifestazione in sostegno alla lotta del popolo palestinese.

^^^^^

In una fase di accentuata aggressione militare imperialista nell’area mediorientale lo stato d’Israele, regime razzista e colonialista, nonostante la messa in campo di un grande spiegamento di forze militari e il completo appoggio degli imperialisti USA e di una parte considerevole degli stati imperialisti europei – tra cui l’Italia – non è mai riuscito a vincere la Resistenza del popolo palestinese. Così come l’imperialismo, attualmente e sempre più in varie parti del mondo, è costretto a misurarsi con una serie di forze antagoniste in grado di resistergli e talvolta di attaccarlo.

La guerra che da più di sessant’anni vede opporre il popolo palestinese al regime sionista dello stato di Israele ha procurato tra i palestinesi grandi distruzioni materiali, stragi di massa, insediamenti massicci di coloni, espropri, violenze, umiliazioni e migliaia di incarcerazioni, ma non ha mai indebolito la loro capacità di rispondere all’oppressore e di colpire il nemico e i vari collaborazionisti.

Da metà giugno, con il pretesto della scomparsa dei tre coloni, lo stato di Israele ha intensificato l’occupazione e i suoi crimini verso il popolo palestinese. La repressione in Palestina è la naturale conseguenza dell’occupazione militare: attualmente, a seguito dell’accentuarsi dell’occupazione di Gaza e dei colpi inferti dalla Resistenza palestinese al nemico sionista, il movimento dei prigionieri è sotto duro attacco da parte dell’amministrazione carceraria. Il numero dei prigionieri palestinesi è il più alto di questi ultimi 5 anni, arrivando a superare la soglia dei 7000. Nelle carceri israeliane sono morti più di 200 prigionieri sotto tortura ed è di questi ultimi giorni l’assassinio del prigioniero palestinese Raed Jabari.

Tutta la storia dell’oppressione del popolo palestinese è strettamente legata all’accanimento verso i prigionieri politici, che sono regolarmente trattati come criminali e contro di loro vengono istituiti processi sommari. L’accanimento dello stato sionista non è mirato a colpire solo gli attivisti palestinesi, ma ha l’obiettivo di colpire soprattutto i rappresentanti della lotta e le loro avanguardie.

Ricordiamo il compagno Ahmad Sa’adat, Segretario Generale del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina (FPLP), arrestato nel 2002 e imprigionato all’interno del carcere di Jerico (struttura dell’autorità palestinese sotto il controllo di forze militari americane e britanniche) fino al 2006, data in cui viene rapito dalle truppe israeliane per poi essere condannato a 30 anni, con la accusa di “attentato alla sicurezza di Israele”, da scontare dentro le carceri israeliane.
Ricordiamo il compagno Georges Abdallah, rivoluzionario comunista libanese che ha sempre lottato per la causa palestinese. Aderente al FPLP e poi militante delle Frazioni Armate Rivoluzionarie Libanesi (FARL), Abdallah ha combattuto in prima linea nel corso della lotta politico-militare condotta nelle metropoli imperialiste, finendo arrestato nel 1984. Nonostante già da alcuni anni siano state previste per lui misure di scarcerazione (il 30/09/2014, nel carcere di Lannemezan, si terrà l’ennesima udienza per discutere della sua libertà) rimane tuttora detenuto in Francia per volontà dello stato francese (oltre che per le pressioni degli USA e di Israele) perché con tenacia continua a difendere la sua identità di rivoluzionario e a rivendicare la sua militanza a sostegno della causa palestinese e dell’antimperialismo.

Mobilitiamoci per il sostegno di classe alla Resistenza, anche quella armata, del popolo palestinese contro l’aggressione del sionismo e dell’imperialismo e rilanciamo la solidarietà nei confronti dei prigionieri politici palestinesi, che con la loro determinazione e unità continuano a rappresentare una delle espressioni più forti della Resistenza contro lo stato d’Israele.

Il 27/9/2014, a Roma, manifestiamo contro la colonizzazione sionista della Palestina in sostegno alla Resistenza del popolo palestinese, che rappresenta un grande esempio per i proletari ed i popoli oppressi nella lotta contra l’imperialismo.

Costruire la solidarietà di classe internazionale, abbattere il capitalismo!

Collettivo Contro la Repressione per un Soccorso Rosso Internazionale (CCRSRI)

ccrsri.wordpress.com

ccrsri1@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...