Solidarietà alla lotta del popolo palestinese e alla resistenza dei prigionieri palestinesi

Pubblichiamo un messaggio dai prigionieri del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina nelle carceri dell’occupazione ai sostenitori della campagna internazionale per liberare Ahmad Sa’adat e tutti i prigionieri palestinesi:

“Negli ultimi anni, a molte persone è stato detto che siamo giunti alla fine dell’era rivoluzionaria, che il tempo dei rivoluzionari è finito e che solo il liberalismo, l’individualismo e l’egoismo sono dominanti in questo mondo. Tuttavia, la prova che questo mondo è ancora turbolento con spirito rivoluzionario si trova nella campagna internazionale di solidarietà con il leader Ahmad Sa’adat, Abu Ghassan. È un grido rivoluzionario che ricorda al mondo che la rivoluzione non è solo un’idea e una scelta, ma anche un dovere umano.

La voce di Abu Ghassan, il leader imprigionato, è un grido rivoluzionario dalle profondità delle segrete del nemico, che ci ricorda i simboli e gli obiettivi della rivoluzione, inclusa la rimozione dell’ingiustizia e dell’oppressione dalle persone ovunque si trovino. La Palestina non è una geografia immaginata, fa parte di questo mondo e rappresenta ancora ovunque la meta dei rivoluzionari.

A tutti i compagni della campagna internazionale diffusa in tutto il mondo…Ai popoli liberi del mondo…Il vostro sostegno al leader Ahmad Sa’adat è parte integrante e importante di tutti gli sforzi che chiedono e promettono un’impennata rivoluzionaria per affrontare le forze di occupazione e ingiustizia. Continua la tua lotta, il tuo sostegno e la tua solidarietà con il movimento dei prigionieri palestinesi e con i combattenti per la libertà in tutto il mondo. Questi sforzi rimangono motivo di orgoglio per tutti noi.

Infine, questo nostro breve messaggio non arriva solo per sostenere Abu Ghassan, ma piuttosto ciò che egli incarna e rappresenta: fermezza, dignità e umanità di fronte all’ingiustizia. La causa dei prigionieri trascende i confini, le geografie, i muri e il tempo parallelo. È una rivoluzione che affronta l’ingiustizia in cui i nostri prigionieri si uniscono a tutti i prigionieri rivoluzionari di tutto il mondo nelle segrete dell’oppressione e della persecuzione, in particolare il compagno Georges Abdallah e molti altri figli e figlie della rivoluzione.

Finché non ci incontreremo un giorno sulla terra della Palestina liberata,

I tuoi compagni del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina nelle carceri dell’occupazione”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...