23/10/2019 – Presidio a Milano sotto il Consolato francese in sostegno a Georges Abdallah, Ahmad Sa’adat e Vincenzo Vecchi

CON LA RESISTENZA DEI POPOLI IN LOTTA!

“Non una singola casa sarà costruita in una colonia sionista come prezzo per la mia libertà”, così si esprime Ahmad Sa’adat, Segretario Generale del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina dal profondo di una prigione sionista dal 15 gennaio 2002.
Noi crediamo che ci siano combattenti che mettono al primo posto la liberazione del proprio popolo alla propria personale liberazione. Uno di questi è certamente il compagno Georges Ibrahim Abdallah, detenuto in Francia dal 25 ottobre 1984 mentre poteva essere liberato già dal 1999, ma viene tenuto ostaggio con la dichiarata complicità di Usa e Israele. Anche Georges è un combattente per la causa palestinese, anche lui ha militato nel FPLP e successivamente nelle FARL (Frazioni Armate Rivoluzionarie Libanesi).I reazionari imperialisti e sionisti non gli perdonano che anche in carcere continua la sua lotta a fianco dei tanti rivoluzionari prigionieri che nel mondo lottano contro la tortura dell’isolamento e contribuisce al dibattito per lo sviluppo della lotta antimperialista e per la causa palestinese.
La Francia colonialista, di comune accordo con CIA e Mossad, lo tiene prigioniero oltre la condanna.
La Francia è coerente nel mantenere la collaborazione con chi reprime a prescindere, infatti ha anche arrestato il compagno Vincenzo Vecchi, la cui “colpa” è stata quella di aver partecipato alla grande mobilitazione contro il vertice G8 di Genova 2001, alla altrettanto rilevante manifestazione antifascista di Milano del marzo 2006 e di essersi poi reso latitante per sottrarsi alla detenzione a seguito delle pesanti condanne subite.
La Francia anche oggi non smentisce il ruolo reazionario sia all’interno, reprimendo con grande violenza i lavoratori e i cittadini che scendono in piazza per rispondere alla crisi che li ha resi più poveri, sia all’esterno mantenendo fermo il ruolo colonialista nei paesi africani, ritenuti da sempre mercati da depredare, e nei paesi arabi, a fianco di USA e sionisti.
Oggi siamo qui per esprimere la nostra solidarietà a Georges, Vincenzo, Ahmad e tutti i prigionieri nelle carceri sioniste e imperialiste in ogni parte del mondo. Crediamo che non ci sia sostegno alla resistenza dei popoli senza appoggio ai suoi prigionieri.
Per questo oggi, 23 ottobre 2019, siamo in piazza per dire che vogliamo Georges, Vincenzo, Ahmad liberi subito!

A sostegno dell’Intifada palestinese, con la Resistenza di tutti i popoli in lotta!

 

Fronte Palestina – dalla solidarietà alla lotta Internazionalista  http://www.frontepalestina.com

Collettivo contro la Repressione per un Soccorso Rosso Internazionale