Comunicato di Revolutionaerer Aufbau Schweiz sui recenti fatti repressivi.

Incursioni contro Revolutionaerer Aufbau Svizzera

Giovedì pomeriggio 1° marzo 2018, sono stati perquisite dalla polizia due locali di Revolutionaerer Aufbau Svizzera a Basilea e Zurigo per conto della procura della città di Basilea.Trattasi della seconda perquisizione domiciliare nel giro di brevissimo tempo a Basilea, dopo che già prima della manifestazione in solidarietà con Afrin /Rojava aveva fatto irruzione il 2 febbraio nella struttura stessa.

Al momento dell’incursione gli/le inquilini/e dei locali non erano presenti. Le autorità repressive hanno voluto portare avanti la loro operazione senza avere gli occhi puntati su di sé.

La procura rifiuta la consegna dei mandato di perquisizione. Di conseguenza per il momento non sappiamo i retroscena di questo attacco politico. Ciò rappresenta un’anomalia rispetto alla prassi normale secondo cui alle persone coinvolte in perquisizioni domiciliari si concede l’accesso ai documenti.

Il locale di Basilea è tuttora tenuto chiuso dalla polizia, sappiamo però da persone solidali presenti in quartiere che la polizia ha molto sequestrato. A Zurigo, fra l’altro, è stato sequestrato un computer.

Daremo ulteriori informazioni quando saranno in nostro possesso. Le perquisizioni sono un attacco politico contro la nostra pratica. Daremo ad esse la risposta conforme.

Revolutionaerer Aufbau Schweiz, 2 marzo 2018 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...