Grecia. Ultime notizie sull’arresto di Pola Roupa.

dal sito del Soccorso Rosso-Belgio

Constantina Athanasopoulos, la 25enne arrestata insieme a Pola Roupa e ad altre persone, ha rilasciato una dichiarazione pubblicata su Indymedia.
Rivendica la sua appartenenza all’organizzazione Lotta Rivoluzionaria e afferma essere entrata in sciopero della fame e della sete a fianco di Nikos e Pola per chiedere la liberazione del loro figlio, Lambros Viktoras, di 6 anni, e chiamato da alcuni media tradizionali “il più giovane prigioniero politico al mondo”. Il bambino è detenuto nella sede della polizia antiterrorismo di Atene e ora sarebbe confinato in un’ala per bambini di un ospedale psichiatrico.
Pola, Nikos e Constantina sono tutti e tre in sciopero della fame e delle sete affinché il bimbo venga affidato alla famiglia di Pola. Nikos e Pola (ormai entrambi detenuti a Koridallos) hanno presentato formalmente questa domanda tramite una lettera aperta.

Numerose azioni solidali sono state portate avanti (l’incarcerazione di Lambros Viktoras ha suscitato rabbia non solo tra gli anarchici).

Il 6 gennaio 2017, le finestre di un ufficio di Syriza sono andate in frantumi in solidarietà con Constantina e Pola.

All’alba del 7 gennaio, anarchici hanno occupato altri uffici di Syriza con l’intento di distruggerli.

A Kavala, numerosi graffiti sono stati tracciati sui muri.

Nella giornata di sabato 7 gennaio, molotov sono state lanciate a Exarchia contro veicoli della brigata di repressione del banditismo.

A Bruxelles si svolgerà una serata di solidarietà mercoledì 11 gennaio, dalle ore 19:00 al Sacco-Vanzetti, 54 Chaussée de Forest.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...