Manifesto del SRI, in occasione della campagna a sostegno degli accusati nel processo contro Lotta Rivoluzionaria

Pubblichiamo questo manifesto, prodotto dal Soccorso Rosso Internazionale e diffuso in alcuni Paesi europei, in occasione del nuovo processo contro Lotta Rivoluzionaria, riguardo al secondo periodo d’attività del gruppo (estate 2012-estate 2014). In questo processo sono accusati quattro compagni: Nikos Maziotis considerato dall’accusa come il “leader”del gruppo, Pola Roupa ancora in clandestinità, Stamboulou che nega le … Continua a leggere Manifesto del SRI, in occasione della campagna a sostegno degli accusati nel processo contro Lotta Rivoluzionaria

Turchia. Appello alla resistenza da donne detenute

Tratto da: http://www.nouvelleturquie.com/de/non-classe-de/aufruf-zu-widerstand-von-gefangenen-frauen/ 24 febbraio 2016   Nella prigione, femminile di Sincan ad Ankara, le prigioniere di MLKP (Partito comunista di Turchia marxista-leninista), TKP/ML (Partito comunista di Turchia/marxista-leninista) e MKP (Partito comunista maoista di Turchia) hanno condotto una serie di azioni contro le operazioni di annientamento compiute da AKP e a favore della resistenza opposta … Continua a leggere Turchia. Appello alla resistenza da donne detenute

Grecia. La polizia sostiene esserci stato tentativo d’evasione, con elicottero, dei compagni rivoluzionari detenuti nel carcere di Korydallos, con l’implicazione della compagna in clandestinità, Pola Roupa, di Lotta Rivoluzionaria.

24 febbraio 2016 Tratto da: http://325.nostate.net/?p=18994   La polizia ha rilasciato una dichiarazione sull’incidente riguardante il tentato dirottamento di un elicottero il 21 febbraio 2016. Una donna in possesso di una carta d’identità falsa e apparentemente, dalla descrizione, identificata come Pola Roupa, membro in clandestinità di “Lotta Rivoluzionaria”, ha tentato con una pistola di dirottare … Continua a leggere Grecia. La polizia sostiene esserci stato tentativo d’evasione, con elicottero, dei compagni rivoluzionari detenuti nel carcere di Korydallos, con l’implicazione della compagna in clandestinità, Pola Roupa, di Lotta Rivoluzionaria.