Revolutionäre Jugend Zürich (RJZ): come reazione alle ultime operazioni degli sbirri oggi è stata occupata la sede di Lista Alternativa Zurigo!

Oggi abbiamo occupato la segreteria di “Lista Alternativa Zurigo” (AL), come reazione alle operazioni di polizia di cui sono responsabili politicamente AL e il suo capo della polizia Richard Wolff. Citermo qui solo alcune di queste operazioni. Chiunque si muova per le strade di Zurigo, sia per manifestazioni, sia in occasione di partite di calcio o anche durante la vita quotidiana, potrà attestare da sé la repressione contro tutto ciò che potrebbe in qualche modo recare disturbo.

In due mesi, gli sbirri hanno attaccato due manifestazioni studentesche, in solidarietà ai profughi, con proiettili di gomma e spray al peperoncino, accerchiando la seconda manifestazione con un enorme spiegamento. Alcuni mesi prima, una manifestazione sulla stessa tematica è stata attaccata in Helvetiaplatz dagli sbirri con spray al peperoncino, per cui le immagini di violenza praticata dalla polizia locale sono state riprese anche da media internazionali (d’altra parte Richard Wolff in una breve intervista rilasciata ha dichiarato corretta l’operazione). Va anche ricordato il tentativo di impedire con arresti di massa ogni protesta contro antiabortisti fondamentalisti-reazionari o l’accerchiamento di due bar nel quartiere 4 di Zurigo, in seguito ad azioni politiche. Queste operazioni poliziesche sono solo una parte di quanto successo quest’anno e l’anno scorso. Così, gli/le occupanti di case a inizio anno hanno dichiarato in un comunicato che sia gli sgomberi di case sia i tentativi di criminalizzazione degli occupanti sono stati intensificati. Una dimostrazione di ciò è data pure dallo sgombero del “quartiere anti-WEF” in questo mese. Nessuna meraviglia, lo sgombero del Binz occupato è stato uno dei primi atti di AL-capo della polizia. Anche l’accerchiamento di un corteo di tifosi per aver acceso fuochi d’artificio, chiaramente non ha lasciato dubbi sulla linea del comando di polizia, così come il continuo profilo razzista e la repressione contro i “sans papiers” dall’ambiente della Scuola Autonoma”. E, per accusarci nuovamente, la polizia ha attaccato un giorno prima della nostra azione una manifestazione di kurdi e turchi di sinistra che stavano dimostrando contro il massacro della popolazione kurda.

Le illusioni che la politica di AL nei fatti si sia differenziata da quella degli altri partiti, nel frattempo non sono quasi più presenti nel movimento. “Chi porta ois id Chischte [1]– la Lista Alternativa!” è divenuto lo slogan preferito alle manifestazioni di Zurigo. Così, ci aspettiamo che anche con la nostra azione non ci sarà nessun cambiamento nella politica di AL. Anzi ci siamo serviti dello spazio occupato per breve tempo per discutere in generale della natura della politica riformista e delle alternative adeguate. Come pure era scritto sul nostro striscione: “Voi sbirri werded oisi Bewegig nie stoppe chöne! [2] ”.

Altre informazioni su: www.rjz.ch

[1] La frase in corsivo corrisponde al dialetto svizzero-tedesco e che non siamo riusciti a tradurre.

[2] Idem.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...